Home Lazio Regione Lazio Coronavirus Lazio 30 marzo 2020: 208 casi, 14 morti, record guariti 59

Coronavirus Lazio 30 marzo 2020: 208 casi, 14 morti, record guariti 59

213
Alessio D'Amato


Download PDF

D’Amato: ‘In 6.317 escono da quarantena, per prima volta trend scende sotto a 8%, l’attenzione deve essere rivolta alle case di riposo’

Riceviamo e pubblichiamo dall’Ufficio Stampa della Regione Lazio.

Si è appena conclusa alla presenza dell’Assessore alla Sanità e l’Integrazione Sociosanitaria della Regione Lazio Alessio D’Amato l’odierna videoconferenza della task force regionale per il Covid-19 con i direttori generali delle ASL e Aziende ospedaliere e Policlinici universitari e ospedale Pediatrico Bambino Gesù.

Commenta l’Assessore D’Amato:

Oggi registriamo un dato di 208 casi di positività, con 52 casi rilevati a Rieti e riferiti alle case di riposo, e un trend in decrescita per la prima volta al di sotto del 8%. Si conferma l’incidenza dei cluster delle case di riposo con particolare evidenza per la situazione di Rieti e in frenata il trend su Roma città.

È record nel numero dei guariti che sale di 59 unità nelle ultime 24h arrivando a 267 totali. Sono usciti dalla sorveglianza domiciliare in 6.317 e i decessi nelle ultime 24h sono stati 14.

Stanno funzionando le ulteriori misure adottate sia nel comune di Fondi, sia nel comune di Nerola dove oggi si è avviato un’ulteriore approfondimento epidemiologico che abbiamo richiesto all’Istituto Spallanzani in collaborazione con l’equipe itinerante dell’Ordine dei Medici di Roma.

Nella Regione Lazio dei casi Covid finora confermati il 39% è ricoverato in una strutta sanitaria, il 42% è in isolamento domiciliare e il 5% è in terapia intensiva. I guariti sono l’8%. L’età mediana dei casi positivi è 58 anni.
Il 54% è di sesso maschile e il 46% di sesso femminile.

Dall’Istituto Spallanzani, infine, una buona notizia il poliziotto di Pomezia, uno dei primi casi nella nostra regione, ha iniziato la riabilitazione ed è in costante miglioramento. La riorganizzazione della rete ospedaliera e delle terapie intensive sta tenendo bene. E ad oggi non registriamo elementi di sofferenza.

Così come va estesa la sorveglianza domiciliare e nelle strutture ricettive. Le prime due messe a disposizione su Roma sono al completo.

È iniziata, infine, la distribuzione dei kit dei dispositivi di protezione individuale ai medici di medicina generale e dei pediatri di libera scelta da parte delle ASL.

La nuova app della Regione ‘LazioDrCovid’ in collaborazione con i medici di medicina generale e i pediatri di libera scelta, ha già registrato oltre 75 mila utenti che hanno scaricato l’applicazione e 2.000 medici di famiglia e 270 pediatri di libera scelta collegati.

Per quanto riguarda, infine, i DPI – dispositivi di protezione individuale oggi sono in distribuzione presso le strutture sanitarie: 200.000 mascherine chirurgiche, 31.200 maschere FFP2, 660 maschere FFP3, 3.000 calzari, 80.500 guanti.

La situazione nelle ASL e A.O.:

ASL Roma 1 – 24 nuovi casi positivi. 818 le persone che sono uscite dall’isolamento domiciliare. Al padiglione D dell’Ospedale San Filippo Neri ulteriori 10 posti letto di terapia intensiva dal 1 aprile. Continua la riabilitazione per i primi 2 pazienti cinesi ricoverati al San Filippo Neri;

ASL Roma 2 – 21 nuovi casi positivi. 813 le persone che sono uscite dall’isolamento domiciliare. All’Ospedale Pertini disponibili ulteriori 32 posti letto, di cui 10 di terapia intensiva operativi dal 1° aprile. L’Ospedale Vannini è pronto e operativo per entrare nella rete Covid. Continuano i controlli nelle strutture delle comunità religiose e nelle case di riposo del territorio;

ASL Roma 3 – 13 nuovi casi positivi. 7 i pazienti che sono guariti. 927 le persone che sono uscite dall’isolamento domiciliare. All’Ospedale Grassi si stanno attivando ulteriori 25 posti letto dedicati, di cui 8 di terapia intensiva COVID, operativo dal 2 aprile;

ASL Roma 4 – 22 nuovi casi positivi. 2 decessi: donne di 83 anni e di 80 anni con pregresse patologie. 1.144 le persone che sono uscite dall’isolamento domiciliare. 3 i pazienti che sono guariti;

ASL Roma 5 – 10 nuovi casi positivi. 1.296 le persone che sono uscite dall’isolamento domiciliare. L’Ospedale di Palestrina in raccordo con l’Istituto Spallanzani che ha verificato i percorsi entrerà in piena sicurezza nella rete dedicata a Covid con 40 posti letto dedicati. A Nerola oggi parte un percorso di monitoraggio sulla popolazione in collaborazione con l’Istituto Spallanzani;

ASL Roma 6 – 31 nuovi casi positivi. 2 decessi: donna 91 anni e uomo di 74 anni con patologie pregresse. 1 paziente è guarito. 38 le persone che sono uscite dall’isolamento domiciliare. All’Ospedale dei Castelli saranno attivati ulteriori 7 posti di terapia intensiva Covid martedì 31 marzo.
A Genzano parte il laboratorio per il test Covid che entra nella rete dei laboratori del sistema regionale entro il 3 aprile. Continuano i controlli nelle case di riposo del territorio;

ASL di Latina – 8 nuovi casi positivi. 3 pazienti sono guariti. All’Ospedale Goretti di Latina da domani saranno attivati 9 posti di rianimazione Covid;

ASL di Frosinone – 13 nuovi casi positivi. 2 decessi: uomo 70 anni e donna 70 anni, entrambi pazienti oncologici. 149 le persone che sono uscite dall’isolamento domiciliare. All’Ospedale Spaziani di Frosinone sono stati attivati oggi ulteriori 20 posti letto di degenza ordinaria COVID;

ASL di Viterbo – 14 nuovi casi positivi. 2 decessi: uomo di 67 anni e donna di 89 anni con pregresse patologie. 1.100 le persone che sono uscite dall’isolamento domiciliare. Attivo da questa mattina il laboratorio per il test COVID a Viterbo. Stanno continuando le verifiche nelle case di riposo del territorio;

ASL di Rieti – 52 nuovi casi positivi, la maggior parte riferibile al cluster delle case di riposo. 32 le persone sono uscite dall’isolamento domiciliare. 1 paziente è guarito. Attivati ulteriori 18 posti letto e 2 posti di terapia intensiva Covid all’Ospedale De Lellis. Continuano i controlli su tutte le RSA e le case di cura dell’intera provincia;

Policlinico Umberto I – 2 decessi: 2 uomini di 78 anni e di 80 anni con patologie pregresse. Completati i lavori al Covid Hospital 5 Eastman, nuovamente operativi i 26 posti di malattie infettive. Accordo con il Bambino Gesù per la presa in carico in sicurezza per l’oncologia pediatrica a partire da domani;

Azienda Ospedaliera San Giovanni – Da oggi sono operativi 20 posti letto di pneumologia e ulteriori 20 posti di sub intensiva da domani. Dal 7 aprile sarà attivato il laboratorio h24 per il test COVID;

Azienda Ospedaliera Sant’Andrea – Operativi 25 posti letto dedicati a Covid e entro domani saranno attivati ulteriori 9 posti letto COVID. Attivabili 4 posti di terapia intensiva entro il 1 aprile. Attivo servizio psicologico per cittadini e operatori h24;

Policlinico Gemelli – 3 pazienti dimessi. Operativi ulteriori 43 posti letto di malattie infettive. Da oggi disponibili ulteriori 38 posti di terapia intensiva al Covid Hospital 2 Columbus;

Policlinico Tor Vergata – 4 decessi: uomo di 78 anni, uomo di 64 anni, donna di 92 e donna di 69 anni, tutti con patologie pregresse. Operativo il Covid Hospital 4 Tor Vergata. Attualmente attivi 123 posti di degenza ordinaria e 20 di terapia intensiva;

Azienda Ospedaliera San Camillo – Entro domani saranno operativi 30 posti letto dedicati a COVID. Dal 1 aprile sarà attivato il laboratorio per il test COVID h24;

Istituto Zooprofilattico – Operativo il laboratorio per il test Covid a disposizione per la rete regionale;

Ospedale Pediatrico Bambino Gesù – Tutti i 5 bambini positivi ricoverati sono in buone condizioni. Servizio di consulenza telefonica esteso ai pediatri di libera scelta, 7 giorni su 7, ore 9:00 – 19:00. Tel. 06-68592088;
Università Campus Bio-Medico – Sarà attivato il Covid Center con 9 posti letto di terapia intensiva dal 1° aprile e 31 posti letto ordinari di cui 7 sub intensivi entro il 20 aprile.

Print Friendly, PDF & Email