Home Toscana Regione Toscana Cooperative di comunità, Bugli alla ‘Terrantica’ di Santa Luce (PI)

Cooperative di comunità, Bugli alla ‘Terrantica’ di Santa Luce (PI)

738
Santa Luce (PI)


Download PDF

‘Così possono crescere i territori’

Riceviamo e pubblichiamo da Agenzia Toscana Notizie.

Quali siano la forza e la vitalità delle cooperative di comunità, lo dimostra una giornata come quella di oggi, da cui sono nate idee e proposte che hanno già arricchito il progetto iniziale.

L’Assessore al bilancio e agli enti locali, Vittorio Bugli, ha sottolineato così il valore di ‘Terrantica’, la cooperativa di comunità di Santa Luce (PI), di cui ha visitato le sedi insieme al Sindaco, Giamila Carli e alla presidente della coop Enrica Bobbio.

Terrantica è una delle venticinque cooperative di comunità toscane che, per altrettanti progetti nati anche per invertire lo spopolamento di aree più marginali della Toscana, la Regione ha deciso a dicembre di finanziare mettendo complessivamente a disposizione un milione e 200 mila euro: a Santa Luce il contributo è stato di quasi 49mila euro, su un costo complessivo del progetto di 110mila euro.

Ha detto Bugli:

Pensiamo a queste realtà come ad uno strumento concreto per recuperare e valorizzare le vocazioni dei territori e tutto questo nel segno dell’attenzione alle ragioni di uno sviluppo sostenibile e attento ai valori ambientali.

Obiettivi del progetto Terrantica è far crescere un turismo ambientale. Si snoda intorno a due luoghi: le sponde del lago di Santa Luce e il centro della frazione di Pastina. Sul lago nascerà un polo didattico e un centro di informazioni turistiche e si pensa di organizzare percorsi a piedi e con biciclette a pedalata assistita per conoscere il territorio e i suoi prodotti tipici.

Tra le idee anche quella di una casa e di un giardino delle farfalle autoctone, allevamenti ittici e di baco da seta, mentre a Pastina nasceranno una pizzeria a chilometro zero, che utilizzerà i prodotti biologici di aziende locali, un centro informazioni e una sala che la coop metterà a disposizione della comunità per le iniziative locali.

Ha spiegato la Presidente Bobbio:

Terrantica cercherà di recepire e raccordare le voci del territorio. L’ambizione è quella di funzionare come un volano per l’economia di Santa Luce, uno strumento per recuperare legami sociali, ma anche opportunità di reddito, soprattutto per i giovani.

Nel corso della visita, Bugli ha visitato anche due coop che collaborano con Terrantica: la Rinnovamento agricolo di Macchiaverde e la Produttori agricoli di Pieve Santa Luce.

Print Friendly, PDF & Email