Home Lombardia Regione Lombardia Consiglio regionale Lombardia: esiti question time 18 giugno 2024

Consiglio regionale Lombardia: esiti question time 18 giugno 2024

221
Palazzo Pirelli


Download PDF

Fauna selvatica, allevamenti sostenibili, pendolari Trenord e Tangenziale Nord i temi al centro del dibattito

Riceviamo e pubblichiamo dall’Ufficio Stampa del Consiglio regionale della Lombardia.

Ritardi nei pagamenti agli Enti locali per i progetti con fondi PNRR

Nel question time a firma di Matteo Piloni, PD, si chiede alla Giunta come intenda dar seguito alla Risoluzione approvata dal Consiglio regionale il 12 marzo 2024 sul ‘Piano nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR)’ in merito agli interventi di anticipazione delle risorse a favore di quelle amministrazioni comunali che, pur avendo avviato correttamente le procedure di richiesta, non riescono a ottenere la ‘chiusura lavori’ per carenza di cassa.

Da diversi mesi si verificano ritardi nel riversamento agli Enti locali che devono obbligatoriamente anticipare il 70% delle opere prima di ricevere le risorse dovute dallo Stato.

A fronte dei mancati versamenti alcuni Enti locali hanno bloccato i cantieri per l’impossibilità di anticipare le risorse necessarie per consentire ai fornitori di acquistare materiali e proseguire nei lavori, oppure si sono dovuti avvalere di strumenti quali l’anticipazione di tesoreria, che comporta problematiche di gestione ordinaria dei servizi comunali e di programmazione.

Il Vice Presidente di Regione Lombardia, Marco Alparone, ha dichiarato:

Regione Lombardia partecipa alla Cabina di Regia istituita presso le Prefetture che ha avviato una ricognizione sulla situazione dei Comuni in modo tale che MEF e Cassa Depositi e Prestiti possano intervenire.

Deve esserci l’impegno di tutti i soggetti, nazionali e locali, per riuscire a fare gli investimenti previsti senza mettere in difficoltà i Comuni.

Ristori per i danni causati dalla fauna selvatica

Quante le sono le risorse stanziate da Regione Lombardia ad integrazione dei contributi per la prevenzione dei danni causati dalla fauna selvatica alle produzioni agricole?

E come si intende procedere per prevenire i danni ai campi e alle proprietà?

Questi i punti del question time a firma di Angelo Orsenigo, PD.

Con il Bilancio di Previsione 2024/2026 Regione Lombardia ha stabilito di integrare, con risorse proprie, i ristori per gli agricoltori a fronte dei danni causati da fauna selvatica a campi coltivati che, secondo Coldiretti, ammontano a 200 milioni di euro a livello nazionale.

L’Assessore regionale all’Agricoltura Alessandro Beduschi ha spiegato:

Regione Lombardia ha già stanziato 750 mila euro e l’intenzione è quella di potenziare il finanziamento per arrivare a 1 milione e 900 mila euro entro fine anno per coprire il 77% dei danni.

Il Consigliere Orsenigo ha risposto:

L’auspicio è quello che si riesca a coprire il 100% dei danni in modo tempestivo e sulla base di perizie congrue.

Transizione verso metodi di agricoltura e allevamento sostenibili

Nel question time a firma di Paola Pollini, M5Stelle, si chiedono alla Giunta chiarimenti sulle azioni intraprese in questi anni da Regione Lombardia per il sostegno alla transizione a metodi di agricoltura e allevamento sostenibili.

L’Assessore regionale all’Agricoltura Alessandro Beduschi ha dichiarato:

Stiamo adoperandoci perché sia riconosciuto il lavoro di questi anni.

Regione Lombardia ha commissionato uno studio ad ARPA per una valutazione aggiornata e per un nuovo sistema di calcolo sul settore dell’allevamento, che tenga conto, ad esempio, di modalità moderne di interramento dei reflui e di vasche di copertura perché non è plausibile che un sistema si basi solo in base al numero dei capi di bestiame.

Siamo sempre molto attenti alle tutele ambientali nel coniugare innovazione e tecnologia e nel favorire la coabitazione di agricoltura e ambiente.

Rapporto con le rappresentanze dei pendolari

La Giunta regionale intervenga nei confronti di Trenord affinché la società di trasporto ritiri la richiesta di risarcimento danni nei confronti del Rappresentante dei Viaggiatori in Conferenza regionale TPL che in un comunicato stampa aveva denunciato il disservizio sulla tratta Lecco – Milano.

La richiesta è contenuta in un question time a firma di Alfredo Simone Negri, PD.

Inopportuno un intervento di Regione Lombardia nei confronti di Trenord che può legittimamente difendersi da un’opinione ritenuta offensiva

la posizione espressa dall’Assessore regionale ai Trasporti, Franco Lucente, che ha tenuto a precisare che i rapporti tra l’istituzione regionale e i Comitati dei pendolari sono significativamente aumentati

nell’ambito di una visione strategica dei rapporti con gli stakeholder attorno al tema del trasporto pubblico.

Tangenziale Nord e barriera autostradale di Sesto San Giovanni
Regione Lombardia è a conoscenza dell’ipotesi progettuale di Milano Serravalle che prevede la dismissione della Barriera Autostradale a ridosso dei quartieri Pelucca di Sesto San Giovanni, a fronte di un pedaggio chilometrico con rilevazione elettronica su tutto il tratto della Tangenziale, in stile Free Flow?

Il tema è sollevato da un question time di Onorio Rosati, AVS.

Non vi è in agenda in tempi brevi nessuno progetto di abbattimento della barriera in questione

è stata la risposta dell’Assessore regionale alle Infrastrutture e Opere pubbliche Claudia Terzi, che ha solo accennato a una ipotesi a livello europeo di inserire un sistema di pagamento ‘pay per view’ sulle tratte autostradali.

La Terzi ha detto:

Una questione che prima o poi dovremo affrontare.

Il question time riguardante gli interventi di ristoro per i danni da maltempo dei mesi di luglio e agosto 2023 a firma di Michela Palestra, Patto Civico, non è stata trattata ma accorpata ad analoga mozione in discussione nel pomeriggio.

Print Friendly, PDF & Email