Home Molise Campobasso ‘Chorando Brazil’ al Castello Monforte

‘Chorando Brazil’ al Castello Monforte

514
Vittorio Sabelli e Marco Molino


Download PDF

In programma il 21 agosto a Campobasso

Riceviamo e pubblichiamo. 

Venerdì 21 agosto 2020, ore 21:00, presso il Castello Monforte di Campobasso, nell’ambito della rassegna ‘Musica in Città luglio – agosto 2020’, Direzione artistica Andreina Di Girolamo, si terrà il concerto ‘Chorando Brazil’.
Eseguono: Vittorio Sabelli, clarinetto, e Marco Molino, marimba.
Obbligo di mascherina.

Programma
A. Ferreira – Chorando Baixinho
Pixinguinha / Lacerda – Ainda me Recordo
P. Moura – Tarde de Chuva
Guinga – Choro pro Zè
Pixinguinha – Andrè de Sapato Novo
Pixinguinha – Naquele Tempo
J. Do Bandolim – A ginga do mané
J. Do Bandolim – Noites Carioca
Pixinguinha / Lacerda – Proèzas de Solon
M. Molino – Dream
Pixinguinha / Lacerda – Urubata
Pixinguinha / Lacerda – Ingenuo
Pixinguinha / Lacerda – Um A Zero

Biografie

Vittorio Sabelli
Diplomato con il massimo dei voti in Clarinetto e Musica Jazz presso il Conservatorio Lorenzo Perosi di Campobasso si perfeziona con Paolo Beltramini, Ciro Scarponi, Gervase de Peyer e Richard Stoltzman. Dal 1999 fa parte dell’Orchestra Sinfonica del Molise con la quale ha tenuto oltre 250 concerti in tutta Europa, suonando, inoltre, come solista con l’Orchestra Sinfonica di Udmurtia, Russia.

Nel 2009 partecipa a Time in Jazz, a Time di Sassari, con la partecipazione di Paolo Fresu, Nuoro Jazz e all’European Jazz Expo di Cagliari. Col brano Cookie Snap Blues si classifica al secondo posto del Concorso di Composizione e Arrangiamento per Big Band e solista dell’Eddie Lang Jazz Festival 2009.

Ha frequentato Seminari di Siena Jazz e della Julliard School a Vitoria – Gasteiz con Maestri di chiara fama tra cui Jerry Bergonzi, George Garzone, Kenny Werner, Franco D’Andrea, Jeff Ballard, Nguyen Le, Tim Berne, Gianluigi Trovesi, Marco Tamburini e altri. È inserito nella Top Ten dei migliori clarinettisti italiani negli anni 2013 e 2014 indetta da Jazz.it.

Musicista eclettico è stato il primo a inserire strumenti a fiato nella musica metal con il progetto Dawn Of A Dark Age, con il quale ha inciso cinque dischi. È di recente sotto contratto per l’etichetta americana Razed Soul Productions, e con l’etichetta giapponese Maa Productions per il progetto S.D.P., col quale ha debuttato ad aprile 2017 con l’uscita del primo disco.

Marco Molino
A 9 anni inizia lo studio della batteria presso l’Accademia Stradivari di Larino con i Maestri Graziano Carbone e Oreste Sbarra. Ha poi frequentato la Scuola di Strumenti a Percussione diplomandosi con il massimo dei voti e la lode e laureandoci con 110 lode e menzione presso il Conservatorio ‘Lorenzo Perosi’ di Campobasso con il M° Giulio Costanzo. Si dedica allo studio della percussione ed in particolare tamburo, marimba, vibrafono e timpani.

Segue master con i Maestri Roberto Gatto, Agostino Marangolo, Mike Quinn, Lele Melotti, Arnaldo Vacca, Nando Russo, Fabian Perez Tedesco, Giorgio Ziraldo, Daniela Ganeva e David Friedman. Partecipa a concorsi nazionali ed internazionali ottenendo risultati brillanti: vincitore della Rassegna Migliori Diplomati di Italia tenutasi a Castrocaro Terme, al Concorso Nazionale Musica d’Insieme riceve la menzione speciale come miglior esecutore della sezione strumenti a percussione Primo posto assoluto della sezione musica d’insieme al Concorso Internazionale pianistico di Rocchetta al Volturno (IS).

Secondo posto al concorso nazionale Media Musicale ad Amalfi in qualità di marimbista, secondo classificato nella sezione ‘Snare Drum’ al prestigioso concorso International Competition di Montebello della Battaglia e vincitore del concorso International Competition nella sezione tastiere e pianoforte.

Ha inciso per l’importante rivista Suonare News il Concerto per marimba ed orchestra d’archi di Emmanuel Sejournee. Collabora con diverse formazioni orchestrali; tra le esperienze più importanti la tournée in Cina con la Naples Royal Orchestra.

Ha frequentato il Corso di alto perfezionamento presso l’Accademia Nazionale Santa Cecilia. È percussionista dell’Ensemble di Percussioni del Conservatorio Perosi con il quale svolge una intensa attività concertistica in Italia e all’estero.

Ha tenuto un master su ‘Tamburi a cornice la tradizione popolare italiana’ presso il Conservatorio Superiore di Pamplona. Attualmente è insegnante presso le scuole medie ad indirizzo musicale e docente di batteria presso il Centro Musica e Cultura di San Martino in Pensilis (CB).

Print Friendly, PDF & Email