Home Territorio ‘Castello Errante’, prima residenza internazionale del cinema in Italia

‘Castello Errante’, prima residenza internazionale del cinema in Italia

248
Giacomo Ferrara padrino d'eccezione della IV edizione 'Castello Errante' IV edizione


Download PDF

Giacomo Ferrara si conferma padrino d’eccezione della IV edizione

Riceviamo e pubblichiamo.

Lunedì 9 novembre si è svolta la presentazione ufficiale della IV edizione di ‘Castello Errante’, la prima residenza internazionale di cinema che coinvolge l’America Latina e l’Italia e che quest’anno si sviluppa attorno al tema della magia, pensata come il superamento della crisi globale in corso attraverso la capacità di cambiare rotta e dove l’uomo ripensa il suo rapporto con l’ambiente e con se stesso.

Figura di spicco della nuova edizione è Giacomo Ferrara, padrino d’eccezione del progetto e attore italiano divenuto celebre grazie alla magistrale interpretazione del ruolo di Spadino nella nota serie TV ‘Suburra’, acclamata da critica e pubblico.

Dopo l’esperienza positiva dell’anno precedente come testimonial di Castello Errante, Giacomo Ferrara ha voluto riconfermare la sua partecipazione anche per il 2020 – 2021 con un ruolo che lo vedrà attivo nello sviluppo del progetto: collaborerà, infatti, a stretto contatto con la troupe e il team organizzativo per quanto riguarda la parte attoriale.

Durante la presentazione, alla quale hanno partecipato l’Istituto Italo Latino Americano – IILA, le Ambasciate di Argentina, Cile, Colombia, Cuba, Honduras, Messico, Nicaragua, Perù, Panama, Repubblica Domenicana e Uruguay, la referente del Programma Ibermedia, gli studenti, i docenti e tutti i professionisti coinvolti, sono state annunciate le novità di questa IV edizione: prima fra tutte, ‘Castello Errante’ quest’anno ha voluto puntare sul digitale, non solo a causa dell’emergenza sanitaria in corso, ma soprattutto come strumento propulsore per ampliare l’internazionalizzazione della residenza.

Tra online e onsite: un format innovativo

Proprio per rafforzare ulteriormente lo spirito internazionale della residenza, la nuova edizione di ‘Castello Errante’ si presenta in forma ibrida: la prima fase dei lavori si svolgerà online a partire da metà novembre e vedrà il coinvolgimento di una troupe specializzata di studenti under 35, selezionati dalle più importanti Scuole di Cinematografia italiane e dell’America Latina, ed esperti del settore che si confronteranno sulla formazione teorica e i lavori di sviluppo e pre-produzione.

Nei mesi di febbraio e marzo 2021 si entrerà nel vivo dei lavori con l’arrivo della troupe in un Borgo della Regione Lazio, che realizzerà quattro progetti audiovisivi – un corto documentario, un corto fiction, due spot – e parteciperà a masterclass e workshop con personalità di spicco del mondo del cinema.

Questo nuovo format è stato scelto per ottimizzare al massimo la collaborazione tra i differenti Paesi dell’America Latina e i numerosi addetti ai lavori che ogni anno vengono coinvolti nella residenza.

‘Castello Errante’ supera i confini delle Nazioni attraverso il linguaggio universale dell’arte cinematografica: è un progetto che vede, nella cooperazione e nella multiculturalità, una grande occasione di apprendimento e, nell’utilizzo degli strumenti dell’era digitale, una lungimirante opportunità di scambio, dove ogni partecipante porta la propria esperienza e la propria idea creativa.

Le differenti culture dell’America Latina entrano così a contatto e si influenzano a vicenda, in un processo di collaborazione e interscambio stimolante che confluisce nel prodotto cinematografico finale.

Grazie a questa sperimentazione innovativa, Castello Errante si presenta con un format unico mai realizzato prima, che crea un collegamento storico e culturale tra America Latina e Italia e che promuove le diversità, i nuovi linguaggi espressivi e il patrimonio cinematografico e audiovisivo, all’insegna della ricerca e dello scambio internazionale, della formazione e della produzione nel campo dell’audiovisivo, innescando processi di sensibilizzazione, valorizzazione del territorio e crescita.

I partecipanti della IV edizione

‘Castello Errante’ crea un filo diretto tra la formazione accademica e la pratica più propriamente associata all’industria audiovisiva. La troupe specializzata che parteciperà alla residenza è composta da 20 studenti ai quali, a seconda della propria formazione, è affidato un ruolo specifico e professionale all’interno del gruppo di lavoro: regista del corto di fiction; regista del corto documentario; direzione della fotografia; assistente camera; secondo assistente camera; assistente alla regia; direzione del suono; microfonista; gaffer; attore/attrice; costumista; make-up artist; scenografo/a; assistente scenografo/a; montatore; musicista colonna sonora; filmaker; designer grafico; assistente di produzione; assistente dell’organizzazione.

Fase online: dall’idea al progetto – novembre 2020

La prima parte di Castello Errante sarà svolta online a partire da metà novembre: per due settimane la troupe sarà impegnata nei lavori di sviluppo e pre-produzione cinematografica. Dalle sceneggiature, già selezionate nei mesi scorsi dal team organizzativo di ‘Castello Errante’, si arriverà alla creazione e allo sviluppo dei prodotti audiovisivi finali.

I partecipanti saranno coinvolti in riunioni, workshop e momenti di formazione alla presenza di docenti ed esperti del settore. Nel programma online sono previste 6 masterclass tematiche:

‘Dall’idea al progetto: sviluppo del soggetto e costruzione di storie cinematografiche’, docente Cèsar Gonzàlez Álvarez;
‘Cinematografia digitale: studio e valutazione delle telecamere’, docente Alfonso Parra;
‘Avvicinamento alla creazione di immagini narrative’, docente Marijke Van Kets;
‘Narrativa interattiva e fiction: come i videogames hanno infranto la quarta dimensione’, docente Guglielmo de Gregori;
‘Green shooting: sustentabilidad cinematogràfica’, docente Katrin Richthofer;
‘I codici iconografici del cinema contemporaneo’, docente Flavio De Bernardinis.

È prevista inoltre la masterclass di uno dei montatori più importanti del cinema italiano, Roberto Perpignani, che segue lo sviluppo di questo progetto sin dalla prima edizione; nonché un evento di promozione cinematografica aperto al pubblico, che ‘Castello Errante’ organizzerà in sinergia e collaborazione con la Fondazione Cinema per Roma.

Fase onsite: il cinema come strumento di valorizzazione del patrimonio italiano – febbraio – marzo 2021

Il percorso formativo si concluderà con l’esperienza sul campo nei mesi di febbraio e marzo 2021. Come nelle scorse edizioni, anche quest’anno ‘Castello Errante’ sceglierà un Borgo della Regione Lazio, che si differenzia per il suo patrimonio culturale e paesaggistico: sarà il quartier generale della troupe dove lavorerà e svilupperà i propri prodotti cinematografici che avranno come motore la valorizzazione di tutti quegli aspetti che il territorio ospitante possiede, in termini architettonici, artistici, paesaggistici, storici e culturali.

‘Castello Errante’ promuove in questo modo l’immagine dell’Italia all’estero attraverso il mezzo cinematografico: grazie a questa formula così innovativa e alla promozione dei prodotti audiovisivi realizzati, il nostro Paese viaggia in tutto il mondo all’interno di festival ed eventi internazionali come ad esempio il Festival Bogoshort di Bogotà e il Festival Internacional de Cina Icaro in Guatemala, solo per citarne alcuni.

Il tutto verrà supportato da un attento studio del territorio e delle sue potenzialità, con un’estrema attenzione verso l’ambiente: Castello Errante sposa a pieno l’ecosostenibilità, rispetta l’ambiente e le differenze culturali, promuovendo le nuove tecnologie a servizio di una valorizzazione sensibile e consapevole del patrimonio.

Per questo motivo all’interno della residenza viene promosso l’utilizzo di materiali green ecosostenibili, sia durante le fasi di produzione on set che durante quelle di realizzazione dell’intero evento.

‘Castello Errante’ coinvolge, inoltre, tutti i cittadini, gli abitanti del territorio e i turisti della Regione Lazio che vengono inevitabilmente resi partecipi dal progetto a più livelli e promuove uno stile di vita sano, il consumo di prodotti a km zero, il rispetto della natura, nonché tutte le idee innovative capaci di generare socialità e crescita.

Durante la fase onsite, inoltre, la troupe parteciperà a incontri e workshop con personalità del mondo del cinema e ad attività di formazione audiovisiva curata dagli studenti internazionali e rivolta ai ragazzi del territorio.

‘Castello Errante’ è un’iniziativa ideata da Adele Dell’Erario, organizzata dalla Occhi di Giove srl e realizzata in collaborazione con l’Istituto Italo Latino Americano-IILA, le Ambasciate di Argentina, Cile, Colombia, Costa Rica, Cuba, Guatemala, Honduras, Messico, Nicaragua, Panama, Repubblica Domenicana e Uruguay, nonché la Roma Lazio Film Commission e il Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma.

Il progetto è sostenuto dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali,, MiBACT, dalla Regione Lazio e dal Programa Ibermedia.

Informazioni utili

Titolo: Castello Errante – prima residenza internazionale cinematografica. IV edizione
Periodo: da novembre 2020 a marzo 2021

Da un’idea di: Adele Dell’Erario
Organizzato da: Occhi di Giove Srl
In collaborazione con: l’Istituto Italo Latino Americano – IILA, le Ambasciate di Argentina, Cile, Colombia, Costa Rica, Cuba, Guatemala, Honduras, Messico, Nicaragua, Repubblica Domenicana e Uruguay, la Roma Lazio Film Commission e il Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma
Con il sostegno di: Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo, MiBACT, Regione Lazio, Programma Ibermedia

Print Friendly, PDF & Email