Home Territorio Casa del Contemporaneo per una narrazione multipla del reale

Casa del Contemporaneo per una narrazione multipla del reale

214
Enzo Moscato foto Cesare Accetta


Download PDF

Produzioni, co-produzioni, laboratori e tante rassegne

Riceviamo e pubblichiamo.

Il centro di produzione Casa del Contemporaneo, CdC, non rinunciando a una narrazione multipla del reale, dunque delle arti, ha immaginato programmi organici per le quattro sale gestite, tra Salerno, Napoli e Castellammare di Stabia (NA), rispettivamente Teatro Ghirelli, Teatro dei Piccoli, Sala Assoli e TK.

In segno di sfida a questi nuovi tempi segnati dall’emergenza pandemica, CdC presenta l’intera stagione 2020/2021 con “produzioni della casa”, ospitalità, progetti di danza, fotografia, corsi di formazione e aggiornamento, laboratori di cinema teatro e danza, incontri di filosofia e poesia, rassegne.

Quattro stagioni per quattro teatri, ognuno con la propria identità progettuale, ma sempre in dialogo tra loro e le realtà del territorio.

Lo spirito è di leggerne le differenze e le convergenze per stimolare confronti e creare relazioni tra le diverse comunità e identità.

Sala Assoli parte con LabOratorio – RASOI tra scrittura e vissuto personale a cura di Claudio Affinito, diretto e condotto da Enzo Moscato, da settembre a novembre, con due dimostrazioni pubbliche finali.

Scrivo dunque sono

queste le parole di Moscato che prevede all’interno delle giornate del laboratorio, ‘Soluzione cinema’, una serie di visioni all’insegna di un attraversamento della scrittura scenica viste e commentate insieme con Enzo Moscato.

Un unico evento straordinario, aperto al pubblico, lunedì 28 settembre, ore 19:00 con ‘Le quattro giornate di Napoli’ di Nanni Loy, film voluto e prodotto da Goffredo Lombardo, storico produttore della Titanus di origini napoletane. Si ringrazia la Titanus per aver concesso l’autorizzazione alla proiezione a titolo gratuito.

Teatro da inventare, da vivere, da fare e da vedere, teatro per tutti.
Qui entra in scena il progetto Young, il teatro per le nuove generazioni di Le Nuvole / Casa del Contemporaneo, che coniuga teatralità e fruibilità per un pubblico composto da grandi e piccoli in cui la proposta artistica si rivolge al mondo della scuola, della famiglia e ad ogni ambiente sociale.

L’apertura della 35stagione Young è affidata ad uno spettacolo che affronta in un delicato e poetico equilibrio, la paura dei dolori e del rifiuto, dei piccoli come nei grandi: ‘Ahia!’ di Teatri di Bari, il 15 novembre, al Teatro dei Piccoli di Napoli.

La stagione, in collaborazione con Le Nuvole e la cura artistica di Morena Pauro, propone 18 titoli che completano e chiariscono la complessità della proposta dedicata ai piccoli spettatori e agli adulti che li accompagnano.

In primo piano, inoltre, la formazione e l’aggiornamento dei docenti – Ente riconosciuto dal MIUR –  aperti anche a educatori, operatori sociali, studenti universitari. Inoltre, un progetto speciale, un laboratorio sul gioco e il tempo del racconto e dell’ascolto, dedicato esclusivamente ai genitori.

Programma

Foto Cesare Accetta

Print Friendly, PDF & Email