Home Territorio Campania, Palmeri: Procede a ritmo serrato iter lavorazione istanze CIG

Campania, Palmeri: Procede a ritmo serrato iter lavorazione istanze CIG

143
Sonia Palmeri


Download PDF

‘Stiamo lavorando su tutti i fronti e su tutti gli altri atti e opportunità di tutela nazionale dei nostri concittadini’

Riceviamo e pubblichiamo dalla Segreteria Assessore Regionale al Lavoro Sonia Palmeri.

Procede a ritmo serrato, seppur in regime di smart working, l’iter di lavorazione di tutte le istanze presentate da datori di lavoro e loro delegati, circa la richiesta di cassa integrazione in deroga in Campania.

Lo fa sapere in una nota l’Assessore Regionale al Lavoro Sonia Palmeri.

Ha ancora dichiarato l’Assessore Palmeri:

Arriveremo a 50 mila istanze in questa settimana. Il ritmo di lavorazioni è incessante, c’è un gruppo di lavoro di 40 persone che controlla, evade le istanze e scarica e controlla la corrispondenza delle PEC dei consulenti delegati. Abbiamo messo in piedi un sistema efficiente e rapidissimo che in 2 click permette l’invio dell’istanza.

Ora, dopo l’accoglimento già di uno dei nostri emendamenti che sana le assunzioni realizzate dopo il 23 febbraio e fino al 17 marzo, decreto liquidità pubblicato stanotte sulla Gazzetta Ufficiale, si prevede un ulteriore aumento di lavoratori.

Ad oggi la cassa in deroga coinvolge circa 100 mila dipendenti ed è proprio sulla base delle nostre proiezioni che abbiamo già richiesto un rifinanziamento al Ministero del lavoro. Almeno tante altre risorse.

Ha concluso Sonia Palmeri:

Sono contenta che il ministero del lavoro abbia accolto questo nostro emendamento è una giusta regola di equità, ma la Regione Campania ne ha presentato molti altri che vanno a sanare situazioni lavorative non considerate nel decreto legge Cura Italia e ristabilisce giustizia tra i lavoratori.

Insomma, stiamo lavorando su tutti i fronti, sul grande Piano sociale ed economico della Regione Campania per fronteggiare la crisi, e su tutti gli altri atti e opportunità di tutela nazionale dei nostri concittadini.

Print Friendly, PDF & Email