Home Puglia Bari ‘Berlino’, singolo d’esordio di Melancholia

‘Berlino’, singolo d’esordio di Melancholia

447


Download PDF

Disponibile dal 25 settembre

Riceviamo e pubblichiamo.

Romolo Dischi presenta ‘Berlino’, singolo d’esordio di Melancholia, progetto cantautorale dell’artista barese Melinda Amato segnato da un’elettronica intrisa di poetica atmosfera notturna. Il brano è distribuito da Pirames International.
Berlino racconta di tutti gli amori che non hanno avuto modo di sbocciare. Gli amori divisi da causa di forza maggiore, come la lontananza.

Nello specifico ‘Berlino’ parla di un amore che è arrivato inaspettato e altrettanto inaspettatamente è dovuto andar via. Come un fiore nato tra gli squarci dell’asfalto, strappato via da una macchina in corsa.

Un amore che è dovuto volar via in Germania senza aver avuto il tempo necessario a crescere abbastanza da resistere alla distanza.

‘Berlino’ è stata scritta in 5 minuti, la stessa durata dell’amore di cui racconta.

Melancholia si presenta così:

Melancholia è un esopianeta simile alla Luna. Mostra sempre la stessa faccia, la stessa triste espressione, cambia colore, forma e posizione.
È attratta dal mondo ma ne resta distante. È una Lolita dallo sguardo innocente.

È il sentimento da cui ti senti sedotto ma che non riesci a comprendere.
Melancholia è il suono di una notte d’inverno, lo schiantarsi di un’onda che rompe il silenzio.
È lo stato d’animo da cui tenti di scappare, ma non puoi fare a meno di nutrire.
È un linguaggio universale.
Forse ti parrà che sto farneticando ma una cosa è certa: quando penserai di aver capito chi è Melancholia, starai sbagliando.

Credits brano
Autore: Melancholia – Melinda Amato
Compositore: Stefano De Vivo
Producer: Stefano De Vivo
Mix & mast: Francesco Castrovilli
Copertina: Alessia Lo Piccolo

Testo
Se tu fossi qui
Invece che a Berlino
Se chiudo gli occhi riesco a sentirti vicino
Sotto la pioggia a correre ti strinsi il braccio
Pioveva così tanto che pareva marzo
Mille chilometri hanno separato
Quello che solo il mare aveva incorniciato
Ore ascoltando musica senza parlare
Un solo bacio per comunicare

Rit. (x2)
Sei il ricordo che non ho vissuto
L’amore che sul nascere abbiamo taciuto
Il fuoco che ha bruciato senza fare fumo
Il trailer di un film che non ho mai guardato

Se tu fossi qui
Invece che a Berlino
Se sulle labbra avessi ancora su quel vino
Che ti arrossì la bocca
Sapeva di buono
Ricordo quel sapore come fosse un luogo
Il posto nel quale mi son ritrovata
Le braccia sulle quali mi sono ancorata
E facemmo l’amore coi vestiti addosso
Il corpo tuo non lo conosco

Rit. (x2)
Sei il ricordo che non ho vissuto
L’amore che sul nascere abbiamo taciuto
Il fuoco che ha bruciato senza fare fumo
Il trailer di un film che non ho mai guardato

Print Friendly, PDF & Email