‘Bemolli Blu’ al Teatro Savoia

‘Bemolli Blu’ al Teatro Savoia

281
'Bemolli Blu - Omaggio a Claude Debussy a cento anni dalla scomparsa'


Download PDF

In concerto il 4 novembre a Campobasso

Riceviamo e pubblichiamo.

Domenica 4 novembre, ore 18:30, presso il Teatro Savoia di Campobasso si terrà il concerto ‘Bemolli Blu – Omaggio a Claude Debussy a cento anni dalla scomparsa’. Eseguono Enrico Dindo, violoncello, Andrea Dindo, pianoforte. Concerto realizzato nell’ambito del progetto ‘Circolazione musicale in Italia’ promosso dal CIDIM – Comitato Nazionale Italiano Musica.

Programma
Ludwig van Beethoven – 12 variazioni in fa maggiore per violoncello e pianoforte op. 66 sul tema Ein Madchen oder Weibchen dall’opera Die Zauberflote di W. A. Mozart
Franz Schubert – Sonata in la minore per arpeggione e pianoforte, D. 821
Claude Debussy – Sonata

Enrico Dindo
Nasce a Torino da una famiglia di musicisti. Nel 1997 conquista il Primo Premio al Concorso Rostropovich di Parigi: inizia così un’attività da solista che lo porta ad esibirsi in moltissimi paesi, con orchestre prestigiose, al fianco di importanti direttori come Riccardo Chailly, Aldo Ceccato, Gianandrea Noseda, Myung-Whun Chung, Mstislav Rostropovich. Hanno creato musiche a lui dedicate Giulio Castagnoli, Carlo Boccadoro, Carlo Galante e Roberto Molinelli. Con la fondazione dell’ensemble I Solisti di Pavia, nel 2001, inizia un percorso di avvicinamento alla direzione d’orchestra che lo ha portato a collaborare con l’Orchestra Giovanile Italiana, l’Orchestra della Svizzera Italiana e con la Filarmonica della Scala. Nel 2014 è stato nominato direttore musicale e principale dell’Orchestra Sinfonica della Radio di Zagabria. Insegna presso il Conservatorio della Svizzera Italiana di Lugano e presso la Pavia Cello Academy nonché ai corsi estivi dell’Accademia Varga di Sion.
Nel 2012 è stato nominato Accademico di Santa Cecilia. Suona un violoncello Pietro Giacomo Rogeri, ex Piatti, del 1717 affidatogli dalla Fondazione Pro Canale.

Andrea Dindo
Allievo di Renzo Bonizzato, uno dei più assidui e meritevoli allievi di Arturo Benedetti Michelangeli, ha perfezionato gli studi pianistici con Aldo Ciccolini, Andrzej Jasinski presso il Mozarteum di Salisburgo e Alexis Weissenberg a Lucerna. Premiato al Concorso di Musica da Camera di Parigi, ha tenuto concerti nelle più importanti sale del mondo. Debutta in veste di direttore d’orchestra all’Auditorium Parco della Musica di Roma e, recentemente, ha inaugurato le stagioni della Filarmonica di Trento e il festival Internazionale Mozart di Rovereto alla guida dell’orchestra Symphonia Italiana.
Collabora con l’Ensemble Salotto ‘800, fondato dal baritono Leo Nucci, per l’esecuzione di opere eseguite nel rispetto della stesura originale. È docente di Pratica del repertorio operistico presso il Conservatorio Bonporti di Trento e di Musica da Camera presso la Steinway Society di Verona.

Biglietti ingresso
intero: €12,00
ridotto,fino a 25 anni, €6,00

Print Friendly, PDF & Email