Home Campania Comune di Napoli Bando MiBACT riqualificazione area Borgo Vergini-Sanità

Bando MiBACT riqualificazione area Borgo Vergini-Sanità

792
MiBACT


Download PDF

Dichiarazione degli Assessori Piscopo e Daniele

Riceviamo e pubblichiamo dall’Ufficio Stampa del Comune di Napoli.

Il Comune di Napoli, su proposta degli Assessori Carmine Piscopo e Gaetano Daniele, ha partecipato al Bando del MIBACT “Interventi per la valorizzazione delle aree di attrazione culturale – Linea di Azione 2 ‘Progettazione per la cultura’ con un progetto per la riqualificazione dell’area ‘Borgo Vergini-Sanità'”.
Il progetto presentato prevede la realizzazione di interventi coordinati finalizzati al recupero, la valorizzazione e la gestione integrata del patrimonio culturale;
l’incremento della qualità dell’offerta turistica, attraverso l’individuazione e promozione di tre itinerari (Borgo dei Vergini-Cimitero delle fontanelle, Borgo dei Vergini-Piazza Sanità-Catacombe di San Gennaro, Borgo dei Vergini-Moiariello-Capodimonte);
l’incentivazione allo sviluppo delle attività economiche locali; il miglioramento dell’accessibilità degli spazi pubblici.

La proposta prevede differenti livelli di progettazione, finanziabili dal Bando per un importo massimo di 300.000 €:
pianificazione integrata attraverso laboratori di partecipazione, partenariati pubblico-privato e finanziamenti;
progetti di fattibilità tecnico-economica per gli interventi di particolare complessità che necessitano una prima fase di indagini e di studio e progetti esecutivi immediatamente cantierabili che possono diventare quali acceleratori del processo di rigenerazione.

Dichiarano gli Assessori:

Con questa proposta l’Amministrazione comunale afferma, ancora una volta, di voler puntare sull’area della Sanità, attraverso progetti sociali, interventi di restauro e riqualificazione, manifestazioni culturali e iniziative turistiche.

La partecipazione a questo Bando costituisce un ulteriore modo per continuare il lavoro di coordinamento istituzionale e territoriale, avviato da tempo con la Municipalità, e in collaborazione con i cittadini e le associazioni attive sul territorio, per riappropriarsi del quartiere e sottrarlo alle mire della criminalità.

Print Friendly, PDF & Email