‘Bach al quadrato’ alla Dimora del Prete di Belmonte

‘Bach al quadrato’ alla Dimora del Prete di Belmonte

270


Download PDF

Il 14 settembre a Venafro (IS) nell’ambito di ‘Musica Itinerante’

Riceviamo e pubblichiamo.

Venerdì 14 settembre, ore 19:00, presso la Dimora del Prete di Belmonte di Venafro (IS) nell’ambito di ‘Musica Itinerante’ si terrà il concerto ‘Bach al quadrato’, Emilio Mottola, Gianluca Giganti, violoncelli. Direzione artistica: Andreina Di Girolamo.

‘Bach al quadrato’.
1² fa sempre 1. Un grande al quadrato è sempre un grande. Nasce quasi per gioco il progetto ‘Bach al quadrato’. Francesco Fiore, prima viola dell’Orchestra del Teatro dell’Opera di Roma, affida alcuni suoi appunti musicali all’amico violoncellista Gianluca Giganti: il manoscritto, vergato con una calligrafia che, nella sua chiarezza, ricorda quella del Kantor, contiene una seconda parte violoncellistica che, come in un gioco ad incastro, è concepita per integrarsi alla versione originale bachiana delle prime tre Suites per violoncello solo, esaltandone l’abbagliante perfezione della loro
struttura.

L’approccio alle singolari versioni delle Suites che ne sono scaturite è, dapprima di curiosità, poi di apprezzamento e, infine, di concreta proposta concertistica e di produzione, nella convinzione che il fascino delle architetture bachiane non possa che risultarne ‘potenziato’, sia dall’originale rivisitazione di Francesco Fiore, sia dall’approccio interpretativo di Gianluca Giganti ed Emilio Mottola che, per primi, hanno creduto in questo progetto… giocando sui numeri.

Programma
Suite n. 2 in re minore, BWV 1008: prélude, allemande, courante, sarabande, menuett I-II, gigue.
Suite n. 1 in sol maggiore, BWV 1007: prélude, sarabande, gigue.
Suite n. 5 in do minore, BWV 1011: prélude, allemande, courante, sarabande, gavotte I-II, gigue.

Gianluca Giganti
È unanimemente riconosciuto come uno dei violoncellisti più interessanti della sua generazione, allievo di Mario Brunello e Franco Maggio Ormezowski.

Vincitore al Concorso Internazionale Primavera di Praga e al Roberto Caruana, nonché Premio Stradivari di Milano, è stato primo violoncello nelle maggiori Orchestre italiane, fra cui ‘I Filarmonici’ di Roma, esibendosi con Uto Ughi e l’Orchestra da Camera
Italiana diretta da Salvatore Accardo.
Ha registrato con Uto Ughi il ‘Quartetto in re minore D 810’ di Franz Schubert per la RAI.

È docente presso il Conservatorio ‘Nicola Sala’ di Benevento. Ha effettuato per la RAI, con il violinista Uto Ughi, la registrazione televisiva del ‘Quartetto in re minore D.810’ di Franz Schubert.

Fin dal 1994, in quanto vincitore del Concorso Ministeriale per titoli ed esami, ha iniziato l’attività didattica come titolare della cattedra di violoncello presso i Conservatori italiani: dal 1994 al 1998 presso il Conservatorio ‘Giovanni Pierluigi da Palestrina’ di Cagliari e dal 1998 a oggi presso il Conservatorio ‘Nicola Sala’ di Benevento.

Ha al suo attivo alcune prime esecuzioni assolute di composizioni di importanti compositori italiani contemporanei, tra cui quelle di ‘Algos’ per violoncello e pianoforte di Gianvincenzo Cresta e di ‘Meditation’ per violoncello solo di Silvia Colasanti, eseguita al Festival di Conques nel 2016.

Ha recentemente avviato una collaborazione cameristica in duo con il grande pianista francese François-Joel Thiollier.

Emilio Mottola
Nato a Benevento nel 1993, debutta da solista con la JuniOrchestra dell’Accademia Nazionale di ‘Santa Cecilia’ all’età di 14 anni.

Si diploma in violoncello con il massimo dei voti e la lode, presso il Conservatorio statale di musica di Benevento ‘Nicola Sala’, sotto la guida di Gianluca Giganti, conseguendo anche il diploma accademico specialistico di II livello e, contemporaneamente, presso l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia in Roma ottiene il diploma di Alto Perfezionamento in Musica da Camera con il Maestro Carlo Fabiano.

Si esibisce da solista con l’Orchestra Castalia, con l’Orchestra dell’Accademia di Santa Sofia, con i solisti del Teatro San Carlo di Napoli, con i solisti dell’Accademia di Santa Cecilia e con l’Orchestra Sinfonica della Città Metropolitana di Bari.

È primo violoncello dell’Orchestra Filarmonica di Benevento. È stato premiato al Palazzo del Quirinale dal Presidente della Repubblica italiana, Giorgio Napolitano e dal Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Francesco Profumo per il Concorso indetto dal MIUR, ‘I giovani ricordano la Shoah 2012’,che ha portato alla produzione di un cd con musiche composte nei campi di concentramento, con diretta televisiva su RAI 3.

Suona un violoncello Marucci del 2009 e un Carlo Loveri del 1908.

Biglietto concerto: €8,00.
Concerto+buffet €16,00: per il concerto+buffet è obbligatoria la prenotazione ai numeri 0865-900159, 329-6839118.

Informazioni:
Associazione amici della musica Walter De Angelis onlus
Campobasso V.le Elena 54, Tel./Fax 0874-416374.

'Musica Itinerante'

Print Friendly, PDF & Email