Home Territorio Auguri di Pasqua del Dirigente ISIS ‘Majorana – Fascitelli’ di Isernia

Auguri di Pasqua del Dirigente ISIS ‘Majorana – Fascitelli’ di Isernia

316
Preside Carmelina Di Nezza con alunni ISIS 'Majorana - Fascitelli' di Isernia


Download PDF

Il messaggio di auguri pasquali agli alunni, ai docenti e alle famiglie

Riceviamo e pubblichiamo.

Carissimi,
la Santa Pasqua si avvicina e il nostro pensiero corre a tutti coloro che vorremmo vicini ma non lo saranno, ai cari che non occuperanno il posto accanto al nostro in tavola, agli amici che non potremo abbracciare, a tutti coloro che danno sapore alle nostre giornate di festa ma che vedremo solo attraverso uno schermo.
Tutti loro saranno però nei nostri cuori, proprio come voi tutti siete nel mio e, forse per la prima volta, torneremo a concentrarci sull’aspetto più autentico di queste ricorrenze, sul valore delle tradizioni che sono il collante delle nostre famiglie, sulla profondità dei sentimenti che ci legano, ma che la routine giornaliera spesso ci porta a trascurare.

Il mio primo pensiero naturalmente va a voi tutti ragazzi che vorrei qui tra i banchi di scuola. È stato emozionante rivedervi in videoconferenza. Sentirvi parlare con maturità, senso di responsabilità e piena consapevolezza di quanto sta accadendo mi ha fatto sentire orgogliosa di essere il vostro Dirigente. Avete saputo, con spirito di iniziativa e adattamento, accogliere tutte le novità che vi abbiamo proposto, dimostrandoci, ancora una volta, che per voi vivere la scuola è importante, così come è fondamentale essere i protagonisti della storia che state scrivendo tra queste mura.

Ho applaudito alle iniziative di solidarietà di cui vi siete fatti promotori o che avete con convinzione supportato; esse traducono in pratica quell’idea di cittadinanza attiva che la scuola deve e vuole insegnare. Siete la linfa vitale di questo Istituto, la nostra inesauribile forza.

E voi, cari genitori, siate fieri dei vostri ragazzi e continuate a supportarli come avete fatto fino ad ora. So che la nuova didattica costringe tutti a grandi sacrifici.

Eravamo impreparati ad affrontare questa emergenza e molti di noi hanno dovuto in poco tempo stravolgere le abitudini domestiche e spesso provvedere all’acquisto di device che consentissero di continuare a distanza l’attività d’aula.

Ricordate però che la scuola c’è ed è pronta a supportarvi, mettendo a disposizione la sua strumentazione e la competenza dei suoi tecnici.
A voi un sentito ringraziamento per il contributo fattivo che state dando, ma soprattutto per aver condiviso con noi la gioia di stare accanto ai nostri splendidi ragazzi.

Un grazie di cuore va anche ai miei docenti che, ancor prima che venisse loro richiesto, hanno tutti cercato e trovato il modo per essere accanto ai loro studenti, non per senso del dovere ma per l’amore che nutrono nei loro confronti. Hanno da subito sentito l’esigenza di affiancarli e sostenerli in un momento così delicato.

L’insegnamento, infatti, è soprattutto una condivisione di idee ed emozioni che la lontananza fisica non può interrompere. Vi invito pertanto a perseverare nel vostro impegno, a far giungere da lontano la vostra voce, ad essere, come sempre, per i nostri ragazzi un faro, una certezza in un mondo che appare loro sconvolto.

A tutto il personale ATA dico grazie per aver garantito anche in questa situazione il buon funzionamento della scuola che, seppur a porte chiuse, ha continuato senza sosta le sue attività, quelle sommerse, quelle che all’esterno non appaiono ma che sono indispensabili per il suo funzionamento.

Un ringraziamento sincero e sentito va alle Forze dell’Ordine, a Sua Eccellenza il Prefetto, al Questore, all’USR per il Molise, al Comune di Isernia, all’Amministrazione Provinciale, alle Organizzazioni Sindacali, ai Revisori dei conti e agli Organi di Stampa, per aver fatto sentire con forza la vostra presenza nelle nostre scuole anche in questo difficile momento.

E infine grazie allo Staff e al DSGA che hanno fornito un apporto prezioso alla gestione dell’emergenza, contribuendo con la solita concretezza alla risoluzione dei tanti problemi che mi sono ritrovata a gestire.

A noi tutti l’augurio di poter quanto prima tornare a quella “banale” vita di tutti i giorni di cui ora sentiamo tanto la mancanza.

Manteniamo viva la comunicazione, lasciamo sempre aperto il canale, continuiamo a condividere le idee e i sentimenti in tutti modi in cui ci consentito farlo, a far sentire a chi amiamo il nostro affetto.

La nostra forza è nell’essere una comunità unita, con una forte identità, fiera delle proprie tradizioni e del proprio passato, fiduciosa in un futuro migliore che, sono certa, è proprio dietro l’angolo.

Una serena Pasqua a voi tutti.
Il Dirigente Scolastico
Prof.ssa Carmelina Di Nezza

Print Friendly, PDF & Email