Home Territorio Aspettando audizione boom di consensi per Procida Capitale cultura 2022

Aspettando audizione boom di consensi per Procida Capitale cultura 2022

134
Procida (NA)


Download PDF

Più di 10 mila follower su Facebook, il sostegno di 220 scuole campane, 50 testimonial e decine di comuni per l’isola, che il 15 gennaio presenta il suo dossier al MiBACT

Riceviamo e pubblichiamo.

Oltre 10 mila follower sulla pagina con una copertura di 670 mila persone, più di 150 contributi fotografici da utenti di tutta Europa, 16 mila account raggiunti con il profilo Instagram, con 9 mila interazioni, il sostegno e l’adesione di 220 istituti scolastici e di decine di comuni campani, dell’intero comprensorio flegreo e persino di un comune danese.

E ancora: gli interventi di 50 testimonial, tra i quali Toni Servillo, Gigi D’Alessio, Valeria Parrella e Luisa Ranieri.

Alla vigilia della presentazione ufficiale al ministero dei Beni ed Attività Culturali del dossier di candidatura, l’appuntamento è per venerdì 15 gennaio in videoconferenza alle 9:30, il progetto di Procida Capitale italiana della Culturale 2022 sembra conquistare tutti.

Procida è l’unica isola tra le dieci finaliste tra le quali la commissione di esperti presieduta dal professore Stefano Baia Curioni sceglierà il nome della città aggiudicataria, che sarà comunicato lunedì 18 gennaio.

Lo slogan ‘La cultura non isola’ è il filo conduttore del progetto culturale di Procida, nato da una serie di sessioni che hanno visto il coinvolgimento attivo della popolazione e che abbraccia, tra l’altro, 44 progetti culturali, 330 giorni di programmazione, 240 artisti, 40 opere originali e 8 spazi culturali rigenerati.

Spiega il Direttore della candidatura, Agostino Riitano:

La nostra azione di promozione è andata di pari passo alla costruzione di un’ampia rete di protagonisti legati alla candidatura di Procida, che ha sempre messo – direttamente o indirettamente – i cittadini.

Numeri così significativi e adesioni così importanti testimoniano la compenetrazione di una comunità e di una community: con la pandemia, la prima si è trasformata nella seconda, alimentando scambi culturali e incontri digitali, grazie anche al partenariato con Regione Campania e Scabec.

Sottolinea il Sindaco Dino Ambrosino:

Siamo orgogliosi del percorso compiuto finora e ancor di più per il coinvolgimento appassionato della nostra comunità e di tante realtà, nazionali e internazionali, che hanno manifestato apprezzamento, sostegno e vicinanza.

Print Friendly, PDF & Email