Home Territorio Estero Arrampicata sportiva: qualifiche olimpiche a Budapest

Arrampicata sportiva: qualifiche olimpiche a Budapest

239
Arrampicata sportiva


Download PDF

Last chance per conquistare i cinque cerchi

Riceviamo e pubblichiamo.

Il Team Olimpico FASI è in partenza per Budapest, dove dal 20 al 23 giugno si disputerà il secondo dei due eventi di Qualifica Olimpica validi per ottenere gli ambitissimi ticket per Parigi 2024.

Si tratta dell’ultima possibilità per 160 atleti di assicurarsi una quota olimpica.

In palio 30 posti quota, 10 per genere in Combinata e 5 per genere in Speed. Le quote verranno assegnate in base ad un ranking che somma i punteggi di entrambe le tappe.

I nostri atleti devono puntare al massimo delle loro potenzialità per rientrare in questa classifica, ma hanno di fronte avversari molto agguerriti.

Nella competizione Speed si affronteranno 64 velocisti, 32 donne e 32 uomini.

Nella Speed femminile, a Shanghai, ha conquistato il primo posto la cinese Zhou Yafei, battendo in finale l’indonesiana Rajiah Sallsabillah. Questi risultati le rendono le prime due favorite per i pass olimpici.

Ma subito alle loro calcagna ci sono le temibili gemelle polacche Natalia e Aleksandra Kalucka, pronte a darsi battaglia per l’ultima quota a disposizione per la Polonia, un pass è già stato conquistato a Roma dalla record woman Aleksandra Miroslaw.

Le nostre due velociste Giulia Randi, appena proclamata Campionessa Italiana Speed 2024, e Beatrice Colli, detentrice del record italiano femminile, a Shanghai erano approdate agli ottavi, con buonissimi tempi, ma erano state superate dalle campionesse polacche.

Ora partono agguerrite per scalare la classifica e accaparrarsi uno dei 5 pass a disposizione: Beatrice in particolare è posizionata molto bene nella classifica parziale.

Nella classifica maschile di Shanghai il primo posto è andato all’indonesiano Veddriq Leonardo, ex detentore del record del mondo, che ha superato in finale il campione cinese Wu Peng.

Oltre a questi due fortissimi sprinter è necessario tenere d’occhio anche il giovane atleta cinese Wang Xinshang, bronzo in Cina.

Gli azzurri Ludovico Fossali, Olimpionico a Tokyo 2020, Gian Luca Zodda e Alessandro Boulos a Shanghai erano rimasti esclusi dalla fase finale: devono perciò giocarsi il tutto per tutto a Budapest.

In Combinata competono 48 atleti per genere nel tentativo di ottenere uno dei 10 ticket per genere disponibili.

Fra le favorite la statunitense Brooke Raboutou, che ha trionfato a Shanghai, e l’ex campionessa del Mondo Lead Seo Chaehyun, che si era piazzata al secondo posto.

La vice Campionessa Olimpica Miho Nonaka, che si era classificata quarta, farà di tutto per partecipare di nuovo ai Giochi Olimpici.

A Shanghai erano rientrate fra le semifinaliste Camilla Moroni e Laura Rogora. La Moroni, col suo 9° posto, per un soffio non era riuscita a rientrare nelle otto finaliste, ma ha comunque raccolto un punteggio importante da sommare a quello della gara di Budapest.

Laura Rogora aveva condotto una buona gara, funestata da un errore beffardo proprio nella sua specialità, concludendo al 17° posto. Nella competizione ungherese punterà senz’altro a rifarsi da quell’inciampo, facendo valere la sua tecnica e la sua tenacia.

Nel comparto maschile il coreano Lee Dohyun ha conquistato il primo posto mettendo una serie ipoteca sul primo ticket da staccare per Parigi 2024. Un altro atleta abbastanza fiducioso della qualifica è il Campione Olimpico in carica, lo spagnolo Alberto Ginés Lopez, arrivato secondo a Shanghai.

Ma non trascuriamo poi il ruolo del pluricampione Adam Ondra, che punta come sua abitudine al massimo del risultato. Gli azzurri Filip Schenk e Stefano Ghisolfi avevano conquistato un posto in semifinale, dove si erano piazzati al 17° e 19° posto.

Ora mireranno a realizzare la miglior prova possibile, rialzando la loro posizione nel ranking.

Per gli altri azzurri Marcello Bombardi, Giorgio Tomatis e Giorgia Tesio, che non erano riusciti a qualificarsi per la semifinale a Shanghai il percorso è più difficile: devono in ogni caso provare con tutte le loro energie fisiche e mentali a disputare la ‘gara della vita’, per ribaltare la situazione a loro vantaggio.

Ma ecco il fitto programma di gara:

Giovedì 20 giugno
Ore 12:00 Qualifiche Boulder maschili e femminili

Venerdì 21 giugno
Ore 10:00 Qualifiche Lead maschili e femminili
Ore 17:00 Qualifiche Speed femminili
Ore 17:50 Qualifiche Speed maschili

Sabato 22 giugno
Ore 10:00 Semifinali Boulder maschili e femminili
Ore 14:00 Semifinali Lead maschili e femminili
Ore 18:15 Finali Speed maschili e femminili

Domenica 23 giugno
Ore 10:00 Finale Boulder femminile
Ore 12:05 Finale Lead femminile
Ore 15:30 Finale Boulder maschile
Ore 17:35 Finale Lead maschile

È possibile seguire le gare in diretta streaming su Olympic Channel o sull’app ufficiale di Olympics scaricabile qui: https://apps.apple.com/it/app/giochi-olimpici-paris-2024/id808794344

Tutti pronti a dare tutto il nostro sostegno agli atleti azzurri che inseguono un grande sogno!

Print Friendly, PDF & Email