Home Campania Comune di Napoli Approvate linee di indirizzo PUC ‘Napoli 2019 – 2030’

Approvate linee di indirizzo PUC ‘Napoli 2019 – 2030’

230
Carmine Piscopo

L’Ass. Piscopo interviene sul Piano Urbanistico Comunale ‘Napoli 2019 – 2030. Città, ambiente, diritti e beni comuni’

Riceviamo e pubblichiamo dall’Ufficio Stampa del Comune di Napoli.

La giunta Comunale, a firma dell’Assessore all’urbanistica Carmine Piscopo, ha approvato la delibera, di proposta al Consiglio, relativa al documento di indirizzi per la redazione del Piano Urbanistico Comunale: una visione strategica della città che trova i suoi fondamenti nei concetti di “città, ambiente, diritti e beni comuni”.
L’orizzonte temporale guarda la città del 2030 interrogandosi sulle modalità di sviluppo urbanistico future in relazione alle mutate esigenze di mobilità, accoglienza, diritti – diritto all’abitare e alla città -, inclusione, collettività e beni comuni, valorizzazione sociale dello spazio pubblico,tutela della città storica, ambiente e cambiamenti climatici, tutela delle aree verdi e infrastrutture.

A partire da un bilancio dello stato di attuazione delle vigenti previsioni urbanistiche e da una sintesi dei procedimenti e degli approfondimenti già avviati dall’Amministrazione, il documento individua cinque strategie di indirizzo del piano, attuabili attraverso precise azioni che costituiranno la base per le consultazioni pubbliche e le riflessioni tematiche di carattere tecnico e partecipativo che si apriranno, e da cui discenderà la scrittura della nuova disciplina urbanistica.

Le cinque strategie di città individuate dagli indirizzi sono:
– Città Accessibile e Multiscalare
– Città Sicura e Sostenibile
– Città Accogliente e Collettiva
– Città Produttiva e Abitabile
– Città Attrattiva e Rigenerata

Afferma l’Assessore Piscopo:

Il documento approvato oggi in giunta è un documento di indirizzi per la redazione del PUC, ispirato ai grandi cambiamenti che attraversano la nostra città alla scala metropolitana, che costruisce la cornice entro la quale, insieme con il Consiglio Comunale, i rappresentanti del terzo settore, professionisti, le Università e i cittadini verrà scritta la nuova disciplina urbanistica.

La delibera è infatti di proposta al Consiglio Comunale, al fine di condividerla, sin da subito, con tutti i rappresentanti delle forze politiche presenti in città, e sarà oggetto di discussione e di approfondimenti all’interno delle prossime commissioni consiliari.

Print Friendly, PDF & Email