Home Lombardia Regione Lombardia A Palazzo Pirelli la ‘Vertical Run’ per sostenere la lotta alla SLA

A Palazzo Pirelli la ‘Vertical Run’ per sostenere la lotta alla SLA

252
'Vertical Run'


Download PDF

Il 18 giugno la conferenza stampa nella sede del Consiglio regionale

Riceviamo e pubblichiamo dall’Ufficio Stampa del Consiglio regionale della Lombardia.

Una sfida che unisce sport e sociale con l’obiettivo di raccogliere fondi a favore di associazioni che operano senza scopo di lucro per obiettivi nobili come la lotta alla SLA, il sostegno ai bambini emopatici e ai bambini con la Malattia di Pompe, una malattia genetica rara che costringe chi ne è affetto a vivere collegato a macchinari per respirare e mangiare.

A promuoverla è il Consiglio regionale della Lombardia che accolto la proposta di una ‘Vertical Run’ da realizzare all’interno di Palazzo Pirelli: Fabrizio Amicabile sarà il grande protagonista di questa sfida che consiste nel percorrere in salita e in discesa i gradini dell’edificio per 8 ore consecutive dalle ore 9:00 alle 17:00 .

L’iniziativa sarà presentata domani martedì 18 giugno a Palazzo Pirelli alle ore 12:00 in Sala Gonfalone, alla presenza dello stesso Amicabile, del Presidente del Consiglio Federico Romani e della Consigliera Claudia Carzeri che ne è stata promotrice.

Amicabile non è nuovo a questo tipo di imprese, sempre realizzate per beneficenza, e anche questa volta punta a far acquistare ogni singolo gradino della sua corsa attraverso un crowdfunding che è già attivo sulla piattaforma ‘Gofundme’.

Tutto il ricavato sarà devoluto a tre enti onlus, Aisla Brescia, ABE e Associazione ‘SaverioCrea’ promotrice del progetto #raricomefranci.

Un altro scopo che si pone questa Vertical Run è quello diventare un appuntamento fisso: Fabrizio Amicabile completerà quanti più gradini possibile nelle 8 ore di corsa stabilendo un primo ‘record’ da battere che sarà certificato da un notaio.

Questo darà l’occasione a chiunque volesse nei prossimi anni di provare a battere l’ultra runner per raccogliere ancora una volta fondi per la ricerca.

Print Friendly, PDF & Email