Home Territorio A Napoli l’Assemblea Plenaria Presidenti Assemblee legislative Regioni

A Napoli l’Assemblea Plenaria Presidenti Assemblee legislative Regioni

1024
Assemblea Plenaria Presidenti Assemblee legislative 2 dicembre 2022


Download PDF

Oliviero: ‘Un vero onore ospitare in Campania i colleghi Presidenti dei Consigli delle altre Regioni’

Riceviamo e pubblichiamo dall’Ufficio Stampa del Consiglio regionale della Campania.

È stato un vero onore ospitare qui in Campania i colleghi Presidenti dei Consigli delle altre Regioni e ringrazio il Coordinatore della Conferenza e Presidente del Consiglio regionale del Veneto, Roberto Ciambetti, per aver scelto la Campania per definire il programma di lavoro 2023 del Coordinamento degli Organi di Garanzia regionali e per la condivisione delle esperienze sviluppate nei Consigli regionali in materia di tutela dei diritti cui essi sono preposti.

Nella qualità di coordinatore a livello nazionale degli Organismi di Garanzia ho molto apprezzato il livello della discussione.

È quanto ha affermato il Presidente del Consiglio Regionale della Campania, Gennaro Oliviero, stamani, 2 dicembre, in occasione dei lavori dell’Assemblea Plenaria della Conferenza dei Presidenti delle Assemblee legislative delle Regioni e delle Province Autonome, con la partecipazione del Coordinamento degli Organi di Garanzia regionali, che si sono tenuti nelle Sale di Rappresentanza di Palazzo Salerno, presso la sede del Comando delle Forze Operative Sud dell’Esercito Italiano, in piazza del Plebiscito.

Ha proseguito Oliviero:

Il Difensore Civico, il Garante dei Detenuti, il Garante dei Disabili e il Garante dell’infanzia rappresentano una innovativa forma di contatto e interazione con le realtà territoriali e i mondi con cui l’ente regione quotidianamente si confronta, la Regione Campania dispone anche di diversi Osservatori che nei vari segmenti di interesse civile, economico e sociale stanno tenendo vivo il dibattito a vari livelli.

I miei ringraziamenti vanno a tutti gli intervenuti ed in particolare al Generale di Corpo d’Armata, Giuseppenicola Tota, Comandante delle Forze Operative Sud dell’Esercito Italiano per l’ospitalità.

Tota, nel corso dei lavori, ha formulato alla Conferenza il saluto istituzionale.

Ha detto il Coordinatore della Conferenza Roberto Ciambetti:

Le Assemblee plenarie che svolgiamo nei diversi territori regionali ci consentono di potenziare la nostra sinergia e la conoscenza reciproca dei rispettivi territori e, quindi, ringraziamento il Presidente Oliviero per l’ospitalità istituzionale; nella riunione odierna abbiamo svolto un lavoro molto proficuo su diversi temi, a cominciare dalla definizione del programma per il 2023 delle attività degli organismi di garanzia, che riteniamo molto importanti nell’ambito delle funzioni dei Consigli regionali.

Inoltre, abbiamo lavorato per spingere i percorsi delle transumanze verso il riconoscimento UNESCO, importante occasione di valorizzazione dei territori interessati, ed abbiamo avviato la programmazione degli incontri istituzionali che terremo con i rappresentanti della nuova Legislatura ed in particolare con i Ministeri con i quali collaboreremo.

Per quanto riguarda il programma delle attività degli organi di garanzia, sul modello dell’ultima Assemblea Plenaria della Conferenza dello scorso 21 ottobre, stamani è stata data la possibilità ad alcune delegazioni dei Garanti e dei Difensori Civici di intervenire ai lavori della Conferenza per condividere le buone pratiche esistenti nelle rispettive Regioni sul fronte della tutela dei diritti a cui sono preposti e per offrire loro l’opportunità di un confronto diretto con la nostra Conferenza.

Tra gli obiettivi indicati, quello di proseguire il lavoro di ricognizione per verificare lo stato di recepimento delle Linee di indirizzo sugli Organi di garanzia del 2019 e sulle Linee guida per il Garante regionale per la salute del 2020, e per procedere ad un lavoro di aggiornamento e di integrazione, e di valutazione delle attività poste in essere.

Inoltre, tra le altre proposte emerse dal confronto, un momento pubblico di approfondimento sulla Difesa civica, da tenere nella prossima primavera, accogliendo la proposta del Difensore civico del Lazio, eventualmente aprendola anche alle altre figure di garanzia, ed incontri con le Commissioni parlamentari competenti per materia e con Associazione nazionale Comuni Italiani per promuovere la sottoscrizione di un Protocollo volto ad estendere il potere di intervento del Difensore civico regionale all’interno dei Comuni a seguito della soppressione del Difensore civico comunale, sul modello della Regione Friuli Venezia Giulia.

Al confronto hanno partecipato, tra gli altri, Stefano Anastasia, Garante dei diritti dei detenuti del Lazio, Bruno Mellano, Garante dei diritti dei detenuti del Piemonte, Pietro Rossi, Garante dei diritti dei detenuti della Puglia, Paola Matteo, Garante dei diritti del Molise, Ylenia Serra, Garante per l’infanzia e l’adolescenza del Piemonte, Maria Concetta Falivene.

In apertura dei lavori, la Conferenza ha espresso

profonda e sentita solidarietà per le vittime dell’alluvione di Casamicciola.

 

Print Friendly, PDF & Email