Home Territorio 100 opere d’arte in dialogo al Sorrento Festival

100 opere d’arte in dialogo al Sorrento Festival

703
'SyArt festival' - foto Luigi De Lucia


Download PDF

Napoli presente con Masucci e Viliani

Riceviamo e pubblichiamo.

Si è aperta con grande successo la terza edizione del ‘SyArt festival’, alla fondazione Sorrento fino al 9 giugno, che ha infiammato Villa Fiorentino con tutti i colori e la creatività dell’arte contemporanea.
Dal video mapping in 3D ‘Contemporary Art in Motion’ di Francesco Cuomo e Enrico Agresta proiettato sulla facciata della villa, alle 100 opere allestite su 3 piani, in 10 sale espositive: pop art, neo pop, figurativo, spazialismo, astratto – geometrico, onirico, informale, e due solo room assegnate rispettivamente all’artista Lello Masucci, con l’opera storica ‘Sacchi di notti napoletane’ acquisita di recente dal museo Madre di Napoli, e alla fotografia concettuale di Julia Krahn, anteprima della mostra in programma a giugno a Pompei curata proprio dal direttore del Madre Andrea Viliani.

Fondato da Leone Cappiello e allestito dalla curatrice Rossella Savarese, quest’anno il ‘SyArt festival’ ha voluto mettere “in dialogo” i quarantadue artisti in cartellone, provenienti da undici paesi, grazie al linguaggio universale dell’arte, con opere di pittura, scultura, fotografia e installazione, tra cui quelle esterne ‘Ivy Edera’ di 11 metri di altezza installata in via San Francesco, e Mangrove che, commissionata per la Biennale di architettura di Venezia, accoglie i visitatori all’ingresso della mostra.

Le due opere sono realizzate dall’artista israelo – americana Dalya Luttwak, presente al vernissage inaugurale con il marito Edward Luttwak, esperto di politica internazionale e consulente strategico del governo degli Stati Uniti.

Consegnati anche i riconoscimenti SyArt ‘Fata Verde’ dello scultore sorrentino Toni Wolfe al giornalista Alberto Girosa di Arbiter, a Marco Alù Saffi direttore relazioni esterne Ford Italia per il transit wrappizzato e a Filippo Nembrini brand manager Ulysse Nardin per l’anteprima nazionale dell’orologio con le tavole erotiche disegnate dal fumettista Milo Manara.

Premiato anche il giovane e talentuoso artista Gabriele Luciani che realizzerà un’opera per la copertina del mensile lifestyle diretto da Franz Botré. In esposizione anche il casco d’arte da moto realizzato da Lucste in esclusiva per il festival grazie all’estro dell’artista spagnola Anna Font. I proventi delle donazioni libere, versate per il catalogo della mostra la cui grafica è stata realizzata dagli studenti del liceo artistico Francesco Grandi di Sorrento, aiuteranno l’AISM e la sclerosi multipla.

Foto Luigi De Lucia

 'SyArt festival' - foto Luigi De Lucia

Print Friendly, PDF & Email